Kim-Il-Sung


KIM IL SUNG

cenni biografici



Il Presidente Kim Il Sung nacque nel villaggio di Mangyongdae (poi diventato un quartiere di Pyongyang) il 15 aprile del 1912, primogenito di Kim Hyong Jik e Kang Pan Sok. Il padre lo chiamò Song Ju, con l’auspicio che sarebbe diventato il pilastro del paese.

Kim Il Sung trascorse la sua giovinezza spostandosi frequentemente in varie zone della Corea e della Cina con i suoi genitori, i quali erano impegnati in attività rivoluzionarie. Grazie a questi viaggi, Kim Il Sung acquisì una buona padronanza della lingua cinese, che studiò anche a scuola grazie alla lungimiranza paterna. Ciò diede un grande contributo alla sua futura lotta antigiapponese al fianco del popolo cinese.
Nel marzo del 1923 Kim Il Sung compì un viaggio di 250 miglia da Badaogou, in Cina, fino a Mangyongdae, seguendo l’idea di suo padre, secondo cui per fare la rivoluzione avrebbe dovuto conoscere bene la situazione del proprio paese e seguitò gli studi presso la scuola Changdok a Chilgol, la località d’origine della madre.
Nel gennaio del 1925, venne a conoscenza dell’ennesimo arresto di suo padre da parte degli imperialisti giapponesi e decise di abbandonare Mangyongdae, con la ferma determinazione di fare ritorno in Corea solo dopo averne riconquistato l’indipendenza.
Nel giugno del 1926, dopo la morte del padre Kim Hyong Jik, Kim Il Sung fu ammesso alla scuola Hwasong Uisuk, una scuola politico-militare della durata di due anni appartenente ad un gruppo nazionalista antigiapponese di Huadian, in Cina, dove egli organizzò l’Unione per Abbattere l’Imperialismo della quale fu acclamato leader il 17 di ottobre dello stesso anno.
Kim Il Sung lasciò la scuola Hwasong Uisuk dopo mezzo anno di studio, al fine di portare avanti in maniera completa la propria attività rivoluzionaria, il cui centro venne trasferito a Jilin.

Durante gli studi presso la Scuola Media Yuwen Jilin, riorganizzò l’Unione per Abbattere l’Imperialismo nella Lega della Gioventù Antimperialista (27 agosto 1927), dal carattere più marcatamente di massa, per poi fondare la Lega della Gioventù Comunista di Corea (28 agosto).
Kim Il Sung costituì varie organizzazioni di massa e condusse la lotta antigiapponese.
Egli chiarì la via della rivoluzione coreana, i problemi strategici e tattici per l’adempimento del suo compito principale nell’assemblea di Kalun, che si tenne dal 30 giugno al 2 luglio del 1930. Il 3 luglio, sempre a Kalun, Kim Il Sung formò la prima organizzazione di partito, la Società Kenseul dei Compagni, e organizzò l’Esercito Rivoluzionario Coreano, un’organizzazione politica e paramilitare il cui scopo era la preparazione della lotta armata antigiapponese, a Guyushu, contea di Yitong, il 6 luglio 1930.
Il 25 aprile del 1932 Kim Il Sung diede vita all’Esercito della Guerriglia Popolare Antigiapponese (successivamente riorganizzato nell’Esercito Rivoluzionario Popolare Coreano), un esercito rivoluzionario permanente, continuando per più di un decennio a dirigere la lotta armata antigiapponese fino alla liberazione del paese, conclusasi il 15 aprile 1945, e al trionfale ritorno in patria nel settembre dello stesso anno.

Dopo aver costituito il Comitato Organizzativo Centrale del Partito Comunista della Corea del Nord, il 10 ottobre del 1945 Kim Il Sung proclamò la fondazione del Partito.
L’8 febbraio del 1946, venne eletto presidente del Comitato Provvisorio del Popolo e pubblicò la Piattaforma in 20 punti.
Nell’agosto del 1946, Kim Il Sung fondò il Partito del Lavoro di Corea, dalla fusione del Partito Comunista col Partito Neo-Democratico.

Kim Il Sung portò a compimento in breve tempo la rivoluzione democratica antifeudale e antimperialista. Organizzò le prime elezioni democratiche e costituì l’assemblea Popolare della Corea del Nord, dove venne eletto Presidente del Comitato Popolare della Corea del Nord, il nuovo organo centrale del potere statale e fissò i compiti da assolvere per il periodo di transizione al socialismo. Nel febbraio del 1948, Kim Il Sung trasformò l’esercito Rivoluzionario Popolare Coreano nell’Esercito Popolare di Corea, una forza armata regolare.
Il 9 settembre del 1948, egli fondò la Repubblica Popolare Democratica di Corea, il governo centrale unificato del popolo coreano e fu eletto Premier, capo di stato, per volontà unanime dell’intera nazione coreana.
Il 30 giugno del 1949, l’assise plenaria del Comitato Centrale del Partito del Lavoro della Corea del Nord e del Sud elesse Kim Il Sung Presidente per Partito del Lavoro di Corea.
Dal 25 giugno del 1950 al 27 luglio del 1953, Kim Il Sung diresse la Guerra di Liberazione della Patria fino alla brillante vittoria finale, salvaguardando la sovranità nazionale e facendo iniziare il declino dell’imperialismo statunitense. Il 5 agosto del 1953, alla 6° assemblea plenaria del CC del Partito, egli pose le basi della costruzione economica postbellica e ne guidò l’attuazione. Kim Il Sung portò avanti la rivoluzione socialista, allo scopo di trasformare i rapporti di produzione nelle aree urbane come nelle campagne, parallelamente alla costruzione economica postbellica. Fu nuovamente eletto Presidente del CC del Partito al 3° e al 4° Congresso (aprile 1956 e settembre 1961).

Kim Il Sung avanzò una nuova idea di rivoluzione ininterrotta e definì le tre rivoluzioni (ideologica, tecnica e culturale) come il suo concetto base. Nella 5° assemblea plenaria del 4° CC del Partito (dicembre 1962), Kim Il Sung definì una nuova politica strategica, ovvero portare avanti simultaneamente la costruzione economica e la costruzione della difesa, al fine di far fronte alle sempre più evidenti manovre degli Stati Uniti verso una nuova guerra. Alla 14° assemblea plenaria del 4° Comitato Centrale del Partito, Kim Il sung fu eletto Segretario Generale (ottobre 1966). Dal 1957 al 1970 venne compiuta l’industrializzazione del paese, sotto la guida di Kim Il Sung.

Conformemente alla nuova Costituzione Socialista adottata alla prima sessione della 5° assemblea Popolare Suprema nel dicembre del 1972, Kim Il Sung fu eletto Presidente della RPDC. Al 5° e al 6° Congresso del Partito del Lavoro di Corea (novembre 1970 e ottobre 1980), Kim Il Sung fu rieletto Segretario Generale del Partito.

Egli definì l’adesione di tutta la società all’idea del Juché come compito generale della rivoluzione coreana.

Kim Il Sung ha esposto i Tre Principi della Riunificazione Nazionale (maggio 1972), il Piano per la fondazione della Repubblica Federale Democratica di Koryo (ottobre 1980) e il Programma in 10 Punti della Grande Unità di Tutta la Nazione per la Riunificazione del Paese (aprile 1993). Ha trovato una brillante soluzione al problema del successore al fine di salvaguardare il socialismo e il compimento della causa rivoluzionaria del Juche.
Nel giugno del 1994 Kim Il Sung incontrò l’ex Presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, creando condizioni favorevoli all’apertura dei negoziati RPDC-USA sulla questione nucleare e per il summit nord-sud.
Kim Il Sung ha lavorato duramente per il Partito e per la rivoluzione, per il paese e il popolo, per l’indipendenza globale, fino all’ultimo momento della sua vita ed è morto per una malattia improvvisa nel suo ufficio alle 2 di mattina l’8 luglio del 1994.

Per tutta la vita, ha seguito il motto “Il popolo è il mio dio”.

Kim Il Sung fu premiato col titolo di Generalissimo della RPDC, Eroe della RPDC (tre volte), e Eroe del Lavoro.
Ha incontrato oltre 70.000 ospiti stranieri, inclusi capi di stato e di governo e capi di partito ed ha compiuto visite ufficiali e non ufficiali in 87 paesi in 54 occasioni.
Ha ricevuto oltre 180 decorazioni di massimo livello da oltre 70 paesi e da organizzazioni internazionali, cittadinanza onoraria dal oltre 30 città, titoli di professore onorario e lauree ad honorem da 20 rinomate università straniere, 166.000 doni da capi di stato e governo e capi di partito di 169 paesi.
Statue in bronzo di Kim Il Sung sono state erette in Cina e Mongolia, è stato istituito il Premio Internazionale Kim Il Sung e oltre 400 strade, istituzioni e organizzazioni in più di 100 paesi portano il suo nome.
Le sue opere sono tradotte in più di 60 lingue e pubblicate per un totale di oltre 24 milioni di copie in 110 paesi.


Sintesi redatta dalla Casa Editrice in Lingue Estere di Pyongyang, trad. a cura della KFA - Italia


Bibliografia in lingua italiana

Opere di Kim Il Sung:

- La grande causa rivoluzionaria antimperialista dei popoli dell'Asia, dell'Africa e dell'America latina è invincibile! Articolo scritto in occasione del I° anniversario della morte di Che Guevara, pubblicato nel n. 8 di Tricontinental, organo teorico dell'Organizzazione per la solidarietà dei popoli dell'Africa, Asia e America latina, 8 ottobre 1968. KFA - Italia, 2009.
- Intervista a L’Unità, organo del Partito Comunista Italiano, 2 aprile 1974. KFA - Italia, 2010.
- La lotta dei comunisti coreani per la fondazione del Partito. Tratto da “L’esperienza storica della costruzione del Partito del Lavoro di Corea”, lezione agli insegnanti e agli studenti della Scuola Superiore di Partito Kim Il Sung, 31 maggio 1986. KFA - Italia, 2010.
- 10 punti per la riunificazione della patria, G.A.MA.DI., Roma.
- Opere Scelte di Kim Il Sung, due o cinque volumi secondo l'edizione, pubblicati dalla Associazione Italiana per i Rapporti Culturali con la R.P.D. di Corea.
- La costruzione della società socialista (antologia di scritti), Jaca Book, Milano, 1970.
- Sulla strategia antimperialista (antologia di scritti), Associazione Italiana per i Rapporti Culturali con la R.P.D. di Corea, Milano, 1977.
- Attraverso il secolo (memorie), Roma, 2005 (per ora ne sono stati pubblicati i primi due volumi).

Opere riguardanti il Presidente Kim Il Sung:

- Il presidente Kim Il Sung ha gettato le basi della Corea socialista, G.A.MA.DI., Roma.
- 40° Anniversario dell’attività politica del dirigente Kim Jong Il, G.A.MA.DI., Roma.
- Kim Il Sung, Liberatore della Corea, GAMADI., Roma.
- Gloria eterna al partito di Kim Il Sung (1945 – 2005), G.A.MA.DI., Roma.
- Biografia di Kim Il Sung, di Baik Bong, tre volumi, ed. del Calendario, Milano, 1971.

Al seguente link è possibile accedere alla versione elettronica delle memorie di Kim Il Sung: www.korea-dpr.com/lib/202.pdf.
Numerose opere in lingua inglese sono scaricabili gratuitamente dalla e-library della Korean Friendship Association.