APPLICARE FINO IN FONDO IL SISTEMA DI DIREZIONE DEL PARTITO

Discorso ad una assemblea consultiva dei
Dirigenti Superiori dei Dipartimenti di Direzione Organizzativa
e di Agitazione e Propaganda del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea
28 Aprile 1979


Oggi dovrei parlarvi della necessità di applicare fino in fondo il sistema di direzione del Partito.
Applicare il sistema di direzione del Partito è il principio fondamentale per costruire un partito della classe operaia ed è la chiave per raggiungere il successo nella rivoluzione e nella costruzione. Solo quando il sistema è completamente instaurato il Partito può portare avanti la sua missione di Stato Maggiore della rivoluzione e organizzare le grandi masse per lanciare la lotta rivoluzionaria ed eseguire in modo efficiente il lavoro della costruzione.
Gli enormi compiti che abbiamo di fronte in questo momento richiedono che il sistema di direzione del Partito sia applicato alla lettera. Dobbiamo accelerare il programma della rivoluzione e della costruzione nella parte nord della Repubblica e costruire il socialismo e il comunismo. Dobbiamo anche cacciare gli USA fuori dalla metà meridionale della penisola, per realizzare la causa della riunificazione del paese, il maggiore desiderio della nazione, il prima possibile. Se vogliamo realizzare questi compiti storici, dobbiamo applicare completamente il sistema di direzione del Partito.
L’esperienza del movimento comunista internazionale dimostra che la completa realizzazione del sistema di direzione del Partito è molto importante. L’esperienza storica del movimento ci insegna che più la rivoluzione e la costruzione sono sviluppate, più il sistema di direzione del Partito deve essere instaurato fino in fondo.
In passato, il nostro Partito ha sempre prestato una grande attenzione alla realizzazione del sistema di direzione del Partito, ed ha raggiunto notevoli successi in questo compito. Grazie agli strenui sforzi del Partito, la sua direzione è completamente salvaguardata in tutti i campi e in tutti i settori della rivoluzione e della costruzione, e la disciplina rivoluzionaria prevale profondamente in tutto il Partito, il quale, in questo modo, agisce come un solo uomo. Adesso tutti i membri del Partito e gli altri lavoratori affidano il loro destino interamente al Partito e sono fermi nella loro determinazione di portare a termine la rivoluzione, seguendo la direzione del Partito. Si tratta comunque di un successo iniziale. Dobbiamo continuare a lavorare energicamente per instaurare il sistema di direzione del Partito.
Instaurare il sistema di direzione del Partito significa istituire in tutto il Partito una disciplina d’acciaio e l’abitudine rivoluzionaria di eseguire alla lettera le decisioni e le direttive del Partito senza riserve. Significa incoraggiare i membri del Partito ad apprezzarne maggiormente l’organizzazione e a rafforzare la loro vita di Partito. Con queste caratteristiche, la direzione del Partito sulla rivoluzione e sulla costruzione sarà garantita con fermezza.
Tutte le organizzazioni del Partito devono lavorare ancora più duramente per applicare fino in fondo il sistema di direzione del Partito, alfine di assicurare la direzione del Partito sulla rivoluzione e sulla costruzione.
Prima di tutto, i quadri e i membri del Partito devono acquisire l’abitudine rivoluzionaria di accettare le direttive e le decisioni del Partito senza obiettare, e portarle avanti fino alla fine.
Le decisioni e le direttive del Partito rappresentano la volontà organizzativa del nostro Partito e sono le linee guida alle quali tutti i quadri e i membri del Partito devono aderire. Queste decisioni e direttive determinano i modi e i mezzi con cui portare avanti con successo la lotta rivoluzionaria e il programma della costruzione socialista.
La direzione del Partito si realizza attraverso gli sforzi fatti per mettere in atto le sue decisioni e le sue direttive. Assicurare che queste siano eseguite alla lettera è uno scopo della completa realizzazione del sistema di direzione del Partito. Sarebbe assurdo parlare di direzione del Partito prescindendo dagli sforzi per metterne in pratica le decisioni e le direttive. Senza questi sforzi sarebbe inconcepibile avere successo nella rivoluzione e nella costruzione.
Sappiamo che alcuni dirigenti non eseguono prontamente le decisioni e le direttive del Partito: indugiano, lamentano cattive condizioni esterne, e non fanno altro che scaricare tutto sui loro subordinati, senza alcuna metodologia. Altri dirigenti invece, mossi dal loro egocentrismo e dal proprio interesse, non organizzano il lavoro per mettere in pratica le decisioni e le direttive del Partito col dovuto senso di responsabilità e gettano la colpa sui loro superiori o sui loro subordinati. Ci sono inoltre alcuni dirigenti di Partito che, col pretesto di la fare lavoro “interno al Partito” trascurano di mettere in pratica le decisioni e le direttive relative alle questioni amministrative ed economiche, e non provano rimorso neanche se queste non vengono eseguite come si dovrebbe. Un rivoluzionario non dovrebbe mai adottare questo atteggiamento, poiché le decisioni e le direttive del Partito vanno accettate senza riserve e dedicando la massima attenzione alla loro realizzazione. Le persone che agiscono in questo modo non sono adatte ad essere membri del Partito. Accettare senza condizioni e mettere in pratica le decisioni e le direttive del Partito sono il primo compito rivoluzionario dei quadri e dei membri del Partito. Le attività dei quadri e dei militanti diventano immediatamente una lotta da far avanzare: senza questa lotta, le attività rivoluzionarie sono, in quanto tali, inconcepibili ed i militanti non possono reclamare di aver adempito al loro compito.
La lealtà verso il Partito va espressa non a parole, ma con la lotta pratica per realizzare le decisioni e le direttive del Partito: solo coloro che le eseguono in maniera incondizionata sono dei veri comunisti rivoluzionari di tipo Juché, leali al Partito.
Le organizzazioni di Partito devono sradicare ogni pratica negativa che affiora tra i quadri e i membri del Partito, come l’irresponsabilità, la saccenza, il formalismo, la cura dei propri interessi e l’egoismo: senza questi atteggiamenti errati, ogni militante metterà in pratica ogni decisione e direttiva del Partito in maniera incondizionata e senza il minimo indugio.
Quindi, le organizzazioni di Partito e i quadri devono organizzare attentamente il loro lavoro.
Solo allora potranno indurre i membri del Partito e i lavoratori a dimostrare il loro zelo, la loro creatività rivoluzionaria e a mettere in pratica le decisioni e le direttive del Partito.
Quando ricevono le decisioni e le direttive, le organizzazioni di Partito devono adottare misure corrette per la loro esecuzione attraverso discussioni collettive, devono assegnare gli incarichi in maniera dettagliata, devono esanimare regolarmente i risultati di quanto viene fatto e ri-assegnare quanto non è stato eseguito, in modo da assolvere tutti i compiti.
Alfine di eseguire le decisioni e le direttive del Partito senza riserve, i quadri e i membri del Partito devono essere incoraggiati a mostrare un alto grado di spirito rivoluzionario, di fiducia in sé stessi e forza d’animo.
La lotta per portare a termine le decisioni e le direttive è un’impresa per trasformare la natura e la società come richiesto dall’Idea del Juché. In questo processo possono presentarsi problemi difficili e complicati.
I quadri e i membri del Partito devono mettere in gioco, al massimo, il loro spirito rivoluzionario di fiducia in sé stessi e di forza d’animo, e provvedere in questo modo a quanto non disponiamo a sufficienza, produrre cosa manca e superare ogni difficoltà con i propri sacrifici in modo da eseguire completamente le decisioni e le direttive.
Immettere una disciplina rivoluzionaria all’interno del Partito è una priorità per applicare il sistema della direzione del Partito.
Solo così facendo possiamo rafforzare l’unità del Partito e la coesione ideologica; solo così facendo possiamo essere decisi e portare avanti con forza la lotta rivoluzionaria e il programma di costruzione incrementando il ruolo guida del Partito. Se ogni membro del Partito fa il proprio comodo invece di far agire l’intero Partito all’unisono, il Partito diventa una sorta di club e, a lungo andare, la rivoluzione e la costruzione saranno destinate al fallimento.
Le organizzazioni del Partito devono instaurare una disciplina di ferro sotto la quale il Partito agisce come un solo uomo, rendendo il Partito attivo, potente e rivoluzionario.
Prima di tutto, i quadri e i membri del Partito devono affidarsi interamente al Partito. Devono essere risolutamente convinti che la propria sorte sia inseparabile dalla sorte del Partito.
Questo è per loro l’unico modo di agire conformemente alle intenzioni del Partito, senza esitazioni, in qualsiasi avversità. Questo è l’unico modo per instaurare una disciplina rivoluzionaria in tutto il Partito.
Se i quadri e i membri del Partito affidano tutto al Partito ed hanno una fiducia tale da non conoscere nient’altro che il Partito, allora possono essere educati ad avere una corretta comprensione del Partito.
Come sapete, il nostro Partito è lo Stato Maggiore della rivoluzione e provvede all’organizzazione e alla guida di tutte le vittorie del nostro popolo. Senza il Partito non potremmo concepire la vittoria della nostra rivoluzione, la libertà e la felicità del nostro popolo. Se i membri del Partito hanno una corretta comprensione della missione storica e del ruolo del Partito, allora lo appoggeranno senza riserve, gli si affideranno totalmente e seguiranno volentieri la sua disciplina. Le organizzazioni di Partito devono fornire quadri e militanti con una corretta considerazione del nostro Partito, affinché sia appoggiato e seguito sinceramente.
Inoltre, i quadri e i membri del Partito devono essere educati a non farsi illusioni sui singoli dirigenti. Se si nutrono delle illusioni su di una singola persona, si tende ad idolatrarla, e ciò può creare delle fazioni all’interno del Partito. A lungo andare, questo atteggiamento può arrecare un danno serio, irreparabile al Partito e alla rivoluzione. Le organizzazioni di Partito devono assicurarsi che nessun quadro o membro del Partito segua ciecamente singoli dirigenti o dia loro importanza senza riserve.
Se nel Partito deve essere adottata una disciplina rivoluzionaria, dobbiamo sviluppare un sistema rigoroso per concentrare sull’organizzazione le importanti questioni di principio che emergono dal lavoro del Partito e affrontarle come descritto prima.
Se questo non viene fatto, non possiamo controllare pienamente il lavoro del Partito, non possiamo mappare i progetti operativi corretti e dare l’adeguata direzione a tutti i settori e a tutte le unità.
Alcuni dirigenti del Partito ancora non riferiscono alle organizzazioni de Partito quei problemi che invece dovrebbero essere riferiti, e quando lo fanno, riferiscono rapporti falsi, cercando di automagnificarsi. I dirigenti del Partito devono avere una buona conoscenza delle importanti questioni di principio che emergono dal lavoro del Partito e riferirle all’organizzazione accuratamente e senza indugio.
Allo stesso tempo, le organizzazioni di Partito e i dirigenti devono adottare una disciplina rivoluzionaria così da poter affrontare ogni problema conformemente a quanto deciso dal Comitato Centrale del Partito.
Affrontare le importanti questioni di principio che emergono dal lavoro del Partito in conformità con le conclusioni del Comitato Centrale è un compito a cui tutte le organizzazioni del Partito devono attenersi ed anche una disciplina centralizzata. Se le organizzazioni ed i dirigenti del Partito non affrontano in questo modo i problemi, ma lo fanno a vanvera, creeranno confusione e indisciplina nel Partito. Quindi non saranno capaci di portare avanti correttamente il lavoro del Partito come sarebbe richiesto.
Tutte le organizzazioni e i dirigenti del Partito devono affrontare le importanti questioni di principio che emergono dal lavoro del Partito in conformità con le conclusioni del Comitato Centrale. Appena viene raggiunta una conclusione a proposito di qualsiasi problema, si deve affrontare il problema perfettamente in linea con tale conclusione e senza discutere. Essi devono fare solo una cosa, se il Partito dice loro di fare così, anche se di cose ne vogliono fare dieci.
Tutto il Partito deve adottare una disciplina rivoluzionaria, affinché tutti i quadri e i membri del Partito respirino la stessa aria, dicano le stesse cose e muovano gli stessi passi.
Avere una maggiore considerazione dell’organizzazione del Partito e prendere parte con fedeltà alla vita di Partito è un dovere sacro di tutti i membri del Partito; è un importante obiettivo per instaurare completamente il sistema di direzione del Partito.
Solo quando i quadri ed i membri del Partito acquisiscono una maggiore considerazione dell’organizzazione del Partito e conducono una leale vita di Partito possono pensare ed agire come richiesto dal Partito e muoversi sotto la sua direzione all’unisono. I quadri e i membri devono avere una maggiore considerazione dell’organizzazione del Partito, e prendere parte fedelmente alla vita organizzativa del Partito.
Prima di tutto quindi, quadri e membri devono avere una maggiore considerazione dell’organizzazione del Partito.
I quadri e i membri devono rispettare e dare importanza all’organizzazione del Partito, e devono averne piena fiducia sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni.
Il Partito dà ai suoi membri la più considerevole integrità politica. Esso è il garante della loro integrità politica, si prende cura di loro e li guida sempre e comunque esaltando questa integrità. Lontano dall’organizzazione del Partito un membro di Partito non può esistere in quanto tale, non può compiere il suo dovere fissato dalle leggi del Partito e non può avere ruoli da vero rivoluzionario.
Tuttavia, alcuni membri del Partito ancora mettono i loro interessi personali davanti a quelli dell’organizzazione del Partito, non aprono ad essa i loro cuori e non riferiscono in maniera franca a proposito di quei problemi che occorrono durante il loro lavoro e nella vita di ogni giorno.
Queste persone, che hanno un atteggiamento “diplomatico” nei confronti del Partito, non possono né condividere con esso un destino comune, né sono idonee alla militanza nel Partito.
Un membro del Partito deve lavorare duramente negli interessi dell’organizzazione del Partito e devono riferire ogni problema che può affiorare nella vita familiare come nel lavoro e nella propria vita.
Le organizzazioni del Partito devono educare i quadri ed i membri ad avere una corretta considerazione dell’organizzazione del Partito dandone loro una chiara conoscenza e spiegando loro cosa fare per valorizzarla.
Tutti i quadri e i membri del Partito devono essere incoraggiati a partecipare di buon grado alla vita del Partito.
I membri del Partito sono combattenti rivoluzionari che sono entrati nel Partito di propria volontà, e determinati nel dedicare sé stessi al Partito, al leader ed alla rivoluzione. Costoro devono prendere parte alla vita del Partito di propria volontà, senza essere forzati da qualcun altro o sotto il controllo dell’organizzazione.
Tutti i membri del Partito devono dedicarsi con regolarità alla vita del Partito, e farne un’abitudine. Devono portare a termine con generosità le direttive e i compiti che vengono dall’organizzazione del partito e devono fare proposte costruttive prendendo attivamente parte alla discussione dei problemi.
Alfine di rafforzare la vita del Partito, dobbiamo guidare e controllare la vita di Partito dei membri. Per il rafforzamento della vita del Partito è piuttosto insufficiente dipendere interamente dalla coscienza dei singoli membri. Sono invece necessarie la direzione e la supervisione dell’organizzazione del Partito.
Dare incarichi ai membri del Partito ad intervalli regolari è una esigenza essenziale per rafforzare la vita del Partito.
In questo modo, i membri possono portare a segno i propri compiti in maniera significativa, ed avere un ruolo di avanguardia di tutto rispetto. Le organizzazioni del Partito devono dare a tutti i membri incarichi appropriati, che siano adatti alla preparazione e al carattere di ciascuno, e devono aiutare tutti a portare avanti questi incarichi senza errori. In questo modo, i militanti saranno di sicuro e sempre attivamente coinvolti.
Le organizzazioni del Partito devono assicurare che i membri del Partito siano strettamente legati alla vita del Partito, come richiesto dai compiti rivoluzionari.
Incoraggiare i membri del Partito a condurre una leale vita di Partito non è una cosa fine a sé stessa: lo scopo è condurli a compiere gli obiettivi rivoluzionari con fiducia. Non può esserci nessuna vita di Partito lontano dagli obiettivi rivoluzionari.
Le organizzazioni del Partito devono sostanzialmente aiutare tutti i membri in modo che questi possano portare a termine i propri compiti con senso di responsabilità.
Si ritiene necessario esercitare uno stretto controllo sulla vita di Partito dei membri, oltre che organizzarli e dirigerli correttamente.
Se questo controllo è trascurato, i militanti possono diventare arroganti e degenerare dal punto di vista ideologico, fino a diventare rinnegati della rivoluzione e indifferenti nei confronti del Partito.
In questo momento, le organizzazioni del Partito non stanno esercitando il necessario controllo sulla vita di Partito dei membri. Il risultato è che alcuni di loro non prendono attivamente parte alla vita del Partito e non recepiscono prontamente le opinioni e gli avvertimenti che provengono dall’organizzazione. Alcuni dirigenti superiori si comportano come vogliono, come se si ritengono degli esseri speciali.
Tutte le organizzazioni del Partito devono esercitare un più stretto controllo sulla vita di Partito dei militanti. In questo modo, tutti condurranno la propria vita di Partito onestamente. In particolare, deve essere intensificato il controllo sui quadri del Partito. Nel lavoro ci sono posizioni più alte o di grado inferiore, ma nella vita di Partito non ci sono né superiori né inferiori. Ogni membro del Partito, sia che si trovi una posizione alta o bassa, deve agire conformemente allo stesso livello di vita di Partito. Le organizzazioni del Partito non devono tollerare un duplice livello di disciplina; esse devono esercitare un maggiore controllo sulla vita di Partito dei quadri, in modo che i quadri prendano lealmente parte alla vita di Partito, non sentendosi superiori ma come membri della stessa schiera.
Per rafforzare la vita del Partito, bisogna realizzare dei controlli efficienti e regolari.
Solo in questo modo i membri del Partito stimolano il loro spirito, portano lustro alla propria integrità politica e centrano con successo gli obiettivi rivoluzionari.
Le organizzazioni del Partito devono assicurare che i quadri e i membri del Partito analizzino e affrontino tutti i problemi che emergono nel loro lavoro e nella loro vita quotidiana, su un alto piano politico e ideologico.
Per rafforzare la direzione del Partito sulla rivoluzione e sulla costruzione, instaurando con fermezza il sistema della sua direzione, il ruolo militante e le funzioni delle organizzazioni del Partito devono crescere radicalmente.
Se questo non accade, sarà impossibile portare a compimento le decisioni e le direttive del Partito ed instaurare la disciplina rivoluzionaria affinché il Partito agisca come un solo uomo. E non sarebbe nemmeno possibile incoraggiare i quadri ed i membri ad avere una maggiore considerazione dell’organizzazione ed a intensificare la loro militanza. In breve, nonostante che il ruolo militante e le funzioni delle organizzazioni del Partito siano aumentate, ancora non è possibile avviare un corretto sistema di direzione del Partito. Dobbiamo instaurare un completo sistema di direzione del Partito incrementando ulteriormente il ruolo militante e le funzioni delle organizzazioni.
A questo riguardo, è importantissimo rafforzare la direzione collettiva del comitato di Partito.
Il comitato di Partito è un corpo di direzione collettiva che organizza ed esegue ogni attività in quanto unità definita e la direzione collettiva è alla base delle sue attività. Rafforzare la direzione collettiva del comitato di Partito è il modo per eliminare i punti di vista soggettivi, l’arbitrarietà dei singoli individui e per assicurare la corretta direzione del Partito sulla rivoluzione e sulla costruzione.
Tenere frequenti discussioni collettive è la condizione basilare del comitato di Partito per esercitare la direzione collettiva ed è una garanzia importante per svolgere con successo il lavoro. Da solo, un dirigente superiore del Partito non può recepire chiaramente tutto il lavoro di una unità come un comitato e non può dunque prendere misure idonee per conto di essa al fine di portare avanti la politica del Partito. Se i comitati di Partito vogliono avere una piena conoscenza di tutto il lavoro delle proprie rispettive unità, e farlo procedere con successo, le discussioni collettive devono tenersi di frequente.
Per rendere più profonde le discussioni collettive, bisogna dare ampio spazio alla democrazia interna.
Se la democrazia non è applicata come si dovrebbe, e i punti di vista arbitrari e soggettivi dei singoli dirigenti superiori sono dati per acquisiti senza nessuna discussione, è impossibile trovare le corrette soluzioni ai problemi, e svolgere con successo il lavoro. Quando i dirigenti superiori del Partito agiscono in maniera autoritaria si contrappongono al principio organizzativo del nostro Partito. Un dirigente superiore del Partito non può sentirsi considerarsi il comitato di Partito. I segretari dei comitati provinciali, cittadini e nazionali dei comitati di Partito non possono rappresentare i rispettivi comitati, e neanche i segretari dei comitati di Partito presso le fabbriche rappresentano il proprio comitato. Un segretario di Partito è equivalente a colui che presiede ad una assemblea di Partito; egli è una persona che esegue le decisioni del comitato di Partito come tutti gi altri membri del comitato. Il comitato di Partito deve incoraggiare tutti i suoi membri ad avanzare liberamente proposte, idee creative per portare avanti la politica del Partito. In particolare, il comitato deve accettare tutte le idee creative proposte dai membri che lavorano nei siti produttivi, in modo che la volontà delle masse possa essere incorporata nelle decisioni prese circa tutti i problemi che vengono discussi.
Oltre a tenere frequenti discussioni collettive, i membri del comitato devono aumentare il proprio senso di responsabilità e di ruolo. La direzione collettiva del comitato di Partito non sarà assicurata, ed i problemi non saranno risolti in modo soddisfacente, perché i membri del comitato si riuniscono da qualche parte. Per rafforzare la sua direzione collettiva, le corrette soluzioni dei problemi devono essere trovare attraverso discussioni collettive, ed allo stesso tempo i membri del comitato devono accrescere il proprio senso di responsabilità e di ruolo per portare a termine quanto deciso nella discussione dal comitato, senza condizioni e senza perdita di tempo.
I comitati di Partito devono impegnare i propri membri con incarichi precisi, in accordo con la posizione di ogni membro, qualifica e carattere. Dopo aver assegnato gli incarichi, i comitati devono controllare come vengono eseguiti ed aiutare i membri a portarli a compimento, in modo efficiente e con senso di responsabilità. In questo modo, ogni membro di comitato è capace di prendere parte alla realizzazione delle decisioni prese dal comitato.
I comitati di Partito devono inoltre alzare lo standard di direzione negli affari amministrativi ed economici.
Quando viene detto di dare una direzione efficace al lavoro amministrativo ed economico, alcuni dirigenti del Partito allontanano coloro che hanno assegnato questo lavoro e se ne incaricano loro. Quando viene detto di fermare questa pratica, questi dirigenti inseguono dappertutto i lavoratori incaricati degli affari amministrativi ed economici come se ne fossero l’ombra! Assumersi le funzioni amministrative e inseguire coloro che sono incaricati di queste funzioni non ha niente a che fare con le direttive del Partito nell’ambito amministrativo ed economico. Se i dirigenti si incaricano degli affari amministrativi, questo può paralizzare il senso di responsabilità e di iniziativa da parte dei rispettivi lavoratori, e li allontana dal lavorare in modo indipendente. Ciò rende impossibile portare avanti correttamente sia gli affari amministrativi ed economici, sia il lavoro del Partito. Se i dirigenti infatti inseguono i lavoratori amministrativi ed economici non possono allo stesso tempo portare avanti la politica del Partito, mentre i lavoratori saranno indotti a sbagliare a causa di visioni soggettive ed arbitrarie.
Tutte le organizzazioni del Partito e i dirigenti devono eliminare, e devono farlo in fretta, la loro tendenza di auto-affidarsi le funzioni amministrative ed economiche e devono smettere di stare sopra ai lavoratori responsabili degli affari amministrativi ed economici. Semmai devono impegnarsi a a dirigere questi affari nello stile del Partito, in maniera politica. I dirigenti devono sostenere e stimolare i lavoratori amministrativi ed economici da un punto di vista politico, affinché possano lavorare in accordo con le direttive del Partito. I dirigenti devono anche dare ai lavoratori dei consigli per afferrare l’anello principale della catena e concentrarsi su di esso. Devono sempre controllare e ed incoraggiare i lavoratori affinché possano realizzare completamente la politica del Partito.
Dobbiamo formare le schiere dei quadri del Partito, e sviluppare la loro arte di direzione.
I quadri hanno un ruolo chiave nel determinare se il Partito guida saldamente o meno la rivoluzione e la costruzione attraverso la corretta attuazione del suo sistema di direzione. Dobbiamo formare le schiere dei quadri del Partito ed accrescere il loro ruolo, se vogliamo instaurare un solido sistema di direzione del Partito.
Prima di tutto, i quadri devono essere selezionati tra coloro che sono completamente preparati politicamente ed ideologicamente.
Il primo criterio nella scelta dei quadri è la lealtà al Partito, al leader ed alla rivoluzione. Questa è la qualità essenziale per un rivoluzionario comunista.
I quadri devono sforzarsi per mettere in pratica i grandi insegnamenti del leader, la decisioni e le direttive del Partito, alla lettera e senza condizioni. Devono essere preparati, dare la massima fiducia al leader, al Partito e seguirli di fronte ad ogni avversità. Devono essere capaci di dare la vita per il Partito e rimargli per sempre fedele. Coloro che non sostengono sinceramente il leader e il Partito e coloro che non danno anima e corpo per mettere in pratica gli insegnamenti del leader e la politica del Partito non possono essere dei quadri. Per quanto sia buono il loro retroterra di classe e familiare, chi non è leale verso il leader e verso il Partito non può diventare un quadro.
Tutte le organizzazioni del Partito devono rafforzare le schiere dei quadri con persone leali, che abbiano grande stima del leader e del Partito, pronti a difenderli e proteggerli politicamente ed ideologicamente a costo della vita, senza il minimo tentennamento, in ogni circostanza; persone capaci di andare attraverso il fuoco o l’acqua per portare a compimento gli insegnamento del leader e la politica del Partito.
Nello stesso tempo, le schiere dei quadri devono essere formate da persone competenti. Il solo entusiasmo non basta per mettere in pratica gli insegnamenti del leader e la politica del Partito. Il tempo in cui lavoravamo solo con l’entusiasmo è ormai passato. Anche se vogliono essere leali al leader e al Partito, non saranno capaci di lavorare come richiesto dal Partito se non sono competenti. Per essere del tutto leale al leader e al Partito, si deve avere una grande abilità organizzativa, una grande abilità rivoluzionaria ed una vasta conoscenza. Inoltre il lavoro del nostro Partito sta crescendo, e la rivoluzione e la costruzione stanno avanzando rapidamente. Questa realtà richiede un gran numero di quadri capaci, quanti mai avuti in precedenza. Tutte le organizzazioni del Partito devono nominare i quadri selezionandoli dalle persone competenti, capaci di portare completamente a termine le direttive del leader e la politica del Partito, in ogni situazione difficile, come richiesto dal Partito e dalla rivoluzione che in questo momento si stanno sviluppando.
Rinforzare la schiera dei quadri con persone anziane, di mezza età e giovani è un punto importante, da tenere presente nella gestione del personale a disposizione del Partito.
I quadri più anziani sono ricchi d’esperienza e sanno come affrontare le cose, mentre i giovani quadri hanno più energie, forza e sono sensibili al nuovo e intraprendenti. Solo quando le schiere dei quadri saranno composte da una corretta combinazione di persone anziane, di mezza età e giovani saremo capaci di far diventare il nostro Partito ricco di esperienza, maturo, e allo stesso tempo combattente, pieno di spirito e ardore, libero da ogni forma senile o di stagnazione.
Allo stesso tempo, mentre ne costruiamo la schiera, dobbiamo aiutare i quadri a perfezionare la loro arte di direzione.
Solo quando i quadri acquisiscono la corretta arte di direzione possono organizzare e mobilitare le vaste masse popolari affinché spingano vigorosamente in avanti la lotta rivoluzionaria, il lavoro di costruzione; solo così i quadri possono instaurare correttamente il sistema di direzione del Partito.
Per acquisire una corretta arte di direzione, i quadri devono sforzarsi di imparare dall’arte rivoluzionaria di direzione creata dal grande leader. Nel corso di mezzo secolo di lotta rivoluzionaria, il leader ha creato l’originale teoria comunista della direzione basata sul Juché ed ha perfezionato l’arte rivoluzionaria di direzione. Questa arte rivoluzionaria di direzione racchiude tutte le questioni che emergono quando si guidano le masse.
Tutti i quadri devono lavorare duramente per imparare dall’arte rivoluzionaria di direzione creata dal grande leader, e questo comporterà un radicale sviluppo nella loro guida delle masse popolari.
Per poter assimilare completamente l’arte di direzione del leader i quadri devono possedere uno stile di lavoro popolare ed un metodo di lavoro rivoluzionario: solo così possono rafforzare i legami tra il Partito e le masse e centrare con successo gli obiettivi della rivoluzione, dando sfogo al proprio entusiasmo rivoluzionario e alla propria saggezza.
In passato il nostro Partito ha fatto grandi sforzi per incoraggiare i quadri ad acquisire uno stile di lavoro popolare. Negli ultimi anni, in particolare, il Partito si è sforzato molto per spingerli ad imparare dal metodo di lavoro del leader. Come risultato, il burocratismo ormai radicato, l’opportunismo e le altre manifestazioni del vecchio stile di lavoro sono state in larga misura superate d è stato adottato uno stile di lavoro popolare. Tuttavia ci sono ancora delle imperfezioni nello stile di lavoro dei quadri, che vanno corrette prima possibile. Alcuni dirigenti non prestano ascolto alla voce delle masse, non affrontano correttamente i problemi anzi lo fanno approssimativamente e senza alcuna metodologia. Altri invece adottano un atteggiamento arrogante, agiscono in maniera arbitraria e danni incarichi ai subordinati senza le dovute considerazioni. I quadri devono lavorare sodo per liberarsi dal vecchio stile di lavoro e acquisire uno stile di lavoro popolare. Devono prestare attenzione alla voce delle masse, imparare da queste, lavorare con abnegazione ed affrontare con prudenza i problemi.
Se vogliono possedere una corretta arte di direzione, i quadri devono incrementare le proprie capacità.
In questo momento, molti quadri non riescono a pianificare correttamente il lavoro, e agiscono in modo avventato. Ciò accade perché la loro capacità politica e pratica non è ancora all’altezza. Quando affiora qualcosa di nuovo, alcuni dirigenti non sono capaci di distinguere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato in linea con la politica del Partito. Sono incapaci di condurre propriamente un’assemblea e non sanno come parlare con la gente. Di conseguenza, non possono lavorare come richiesto dal Partito. Tutti i quadri devono incrementare radicalmente le proprie capacità politiche, teoriche e pratiche adottando un’abitudine rivoluzionaria di studio.
Il lavoro di instaurare il sistema di direzione del Partito è di vitale importanza per assicurare la direzione del Partito sulla rivoluzione e sulla costruzione; è un impegni di responsabilità che tutte le organizzazioni del Partito e i dirigenti devono osservare costantemente. Questo lavoro non può essere svolto in un paio di giorni. Il successo in questo lavoro può essere raggiunto solo attraverso grandi sforzi, da parte di tutte le organizzazioni di Partito e dei dirigenti.
Tutte le organizzazioni di Partito devono perseverare per instaurare il sistema di direzione del Partito, ed in questo modo rafforzare e trasformare in nostro Partito in un partito vigoroso, militante e rivoluzionario, in un partito invincibile di tipo Juché.