CONCLUSIONI FORMULATE ALLA SESSIONE PLENARIA DEL COMITATO
CENTRALE DEL PARTITO DEL LAVORO DI COREA DEL MARZO 2013

31 marzo Juché 102 (2013)


È in un periodo storico che vede schiudersi una fase di svolta nello sviluppo del nostro partito e della nostra rivoluzione che la sessione plenaria del Comitato Centrale del partito ha avuto luogo con successo, grazie al grande ardore politico di tutti i partecipanti.
La presente sessione plenaria ha deliberato sull’importante problema concernente lo sviluppo parallelo dell’edificazione economica e dell’edificazione delle forze armate nucleari, esigenza della situazione attuale e dello sviluppo della rivoluzione.
Si è inoltre discusso dei problemi relativi alla nomina dei quadri che bisogna sottoporre all’Assemblea popolare suprema, nonché del richiamo e del rimpiazzo di certi membri degli organismi centrali di direzione del partito.
La presente sessione plenaria del Comitato Centrale del partito ha posto una nuova pietra miliare nella salvaguardia e nella perpetuazione delle gesta compiute dal grande Presidente Kim Il Sung e dal grande Dirigente Kim Jong Il in vista dell’edificazione di una potenza nucleare come pure nella costruzione anticipata d’una prospera potenza socialista.
Ritenendo che i temi all’ordine del giorno della presente sessione plenaria siano stati ampiamente esaminati, vorrei sottolineare alcuni punti importanti relativi alla perfetta applicazione della linea strategica del partito in materia di sviluppo parallelo dell’edificazione economica e dell’edificazione delle forze armate nucleari.
Anzitutto, bisogna farsi una chiara idea dell’intenzione del partito quando ha proposto questa linea strategica.
Questa linea non è una contromisura temporanea mirata a fronteggiare il brusco cambiamento della situazione, ma è una linea cui dobbiamo costantemente attenerci nel quadro degli interessi supremi della nostra rivoluzione. È una linea più che mai opportuna per consentire al nostro popolo di godere d’una ricchezza e d’una comodità degne del socialismo, grazie alla potenza nucleare che gli appartiene.
Disporre ancora e sempre di un potenziale nucleare di legittima difesa per fronteggiare la minaccia nucleare e le insensate manovre d’aggressione intraprese dagli imperialisti e dalle forze al loro seguito, ed approfittarne per riportare una vittoria decisiva nell’edificazione di una potenza economica, ecco l’intenzione del nostro partito che ha proposto la suddetta linea.
Tutti i quadri, i membri del partito e gli altri lavoratori debbono impegnarsi come un sol uomo nell’applicazione della linea del partito in materia di sviluppo parallelo, persuasi della sua giustezza e confidando nella vittoria.
Bisogna concentrare tutte le forze per apportare una svolta decisiva all’edificazione di una potenza economica.
Se il nemico teme i nostri satelliti artificiali e le nostre armi nucleari, teme ancor più di udire il grido «Viva il Partito del Lavoro!» sgorgare dal cuore del popolo, grazie ai progressi realizzati nell’edificazione di una potenza economica e all’ascesa del tenore di vita della popolazione nel nostro paese.
Poiché abbiamo raggiunto lo status di degna potenza nucleare, godiamo di condizioni favorevoli per concentrare i fondi e la mano d’opera sull’edificazione economica e sul miglioramento del benessere della popolazione, approfittando della nostra grande forza di deterrenza.
Per l’edificazione di una potenza economica dobbiamo orientare tutti gli affari verso la normalizzazione della produzione a un livello elevato e verso il pieno soddisfacimento dei bisogni materiali e culturali della popolazione, traendo il massimo profitto dalle basi di un’economia indipendente che furono gettate dagli eminenti Generalissimi Kim Il Sung e Kim Jong Il.
Più le difficoltà e gli ostacoli sbarreranno loro la strada, più i quadri, i membri del partito e gli altri lavoratori si rafforzeranno nella loro incrollabile fede nella vittoria e nella loro straordinaria determinazione al fine di sferrare un’audace offensiva e una lotta ad oltranza su scala nazionale e di ravvivare il fuoco dei prodigi e delle innovazioni in tutti i settori dell’economia nazionale.
Rinforzare senza sosta il potenziale di difesa indipendente incentrato sulle forze armate nucleari è la garanzia della difesa della sovranità e del diritto all’esistenza della nostra nazione, della potenza e della prosperità del paese.
Finché gli imperialisti perseguiranno il loro ricatto nucleare e la loro minaccia d’aggressione, noi non accetteremo mai di affievolire il nostro potenziale nucleare, malgrado il ricambio generazionale e qualsivoglia evoluzione della situazione. Al contrario, dobbiamo incessantemente sviluppare l’industria dell’energia atomica Juché.
L’insieme degli ufficiali e dei soldati dell’Esercito popolare e del popolo, anziché lasciarsi trascinare dall’ebbrezza del continuo rafforzamento del nostro potenziale nucleare, debbono prepararsi sempre più solidamente sul piano politico e ideologico e, una volta giunto il giorno della battaglia decisiva, riportare la vittoria finale nel conflitto con gli Stati Uniti grazie alla loro unione indissolubile.
Le organizzazioni di partito debbono rivitalizzarsi nelle loro funzioni e nel loro ruolo, per motivare efficacemente gli iscritti e gli altri lavoratori ad applicare la linea del partito che concerne lo sviluppo parallelo.
Lo spirito della presente sessione plenaria del Comitato Centrale del partito consiste essenzialmente nel risoluto passaggio all’offensiva per riportare la vittoria finale, tanto nel conflitto con gli Stati Uniti che nell’edificazione d’una prospera potenza socialista.
Le organizzazioni di partito concentreranno i loro sforzi perché la linea di sviluppo parallelo venga applicata ed impregneranno gli iscritti e gli altri lavoratori dello spirito essenziale della presente sessione plenaria, affinché l’insieme dei militari e dei civili porti degnamente a termine, come un sol uomo e coi propri mezzi, il conflitto con gli Stati Uniti e l’edificazione di una potenza economica.
Esse prepareranno appieno tutti gli iscritti a difendere risolutamente la politica del partito e a sacrificarsi quali ferventi soldati della sua applicazione.
Quantunque grave sia la situazione e quali che siano le prove che ci sbarrano la strada, non abbiamo nulla da temere, d’altronde nessuna fortezza è per noi inespugnabile, in quanto abbiamo dalla nostra parte l’unità monolitica dell’esercito e del popolo che fan blocco col partito, nonché la linea di sviluppo parallelo più opportuna ch’esista.
Il mondo vedrà coi propri occhi come stroncheremo le manovre di strangolamento che gli imperialisti e le forze al loro seguito tramano contro la nostra Repubblica, e come edificheremo una prospera potenza socialista sulla nostra terra.
Il Comitato Centrale del partito è convinto che tutti i quadri, i membri del partito e gli altri lavoratori sosterranno con entusiasmo la linea del partito in materia di sviluppo parallelo, e lotteranno fermamente per applicarla, al fine di dimostrare ancora una volta al mondo intero la dignità e il dinamismo della Corea del Songun.